Mostre Collaterali in fiera autunno 2015

Cosa bolliva in pentola?

Manifesti, affiche pubblicitarie, ricettari e utensili (1900 – 1945)
in collaborazione con il Museo Villa Carlotta

Meditate bene su questo punto: le ore più belle della nostra vita sono tutte collegate,
con un legame più o meno tangibili, a un qualche ricordo della tavola
(Charles Pierre Monselet)

 

Estratto di Carne_Cosa Bolliva in PentolaMiele, cioccolato, profumi che pervadono pianerottoli e ricordi di tavolate in famiglia: Villa Carlotta, sotto la sapiente direzione di Serena Bertolucci, ci propone un’interessante viaggio attraverso la rappresentazione degli strumenti e dei prodotti che animavano le cucine tra il 1900 e il 1945. Non solo ‘reperti’ ma anche consigli culinari, suggestioni, attrezzi specifici: un’idea che si è resa particolarmente adeguata in continuità con l’esperienza Expo e con il filo conduttore della nutrizione. Aneddoti, esperimenti, storie di vita e di quotidianità intrecciate alla storia, al suo incedere, ai suoi avvicenti episodi. Un gioco di memoria e presente, pubblicità e sperimentazione visiva, per comprendere l’evoluzione del cibo e scoprire i caratteri distintivi della cucina del secolo scorso. Numerose Illustrazioni pubblicitarie  che diventano così un vero e proprio excursus nella storia del nostro Paese. Le illustrazioni, provenienti dalla Galleria L’Image di Alassio (www.posterimage.it),  saranno affiancate da un percorso olfattivo con “odori antichi” della cucina vintage ricreati dalla fragrance designer Caterina Roncati del Profumificio del Castello di Genova.

La sinergia con Villa Carlotta (www.villacarlotta.it) prosegue dopo gli ottimi esiti di Primavera 2015, in una sintesi di creatività e raccolta, collezionismo e scoperta.

Una mostra collaterale a Mercanteinfiera Autunno 2015, alle Fiere di Parma, dal 3 all’11 ottobre – Padiglione 4

Per un pugno di miglia

volti e vicende di una corsa che attraversa la storia.
In collaborazione con Attilio Facconi

10) MM 29 n° 102 Bornigia-PintacudaIl binomio auto e pilota è l’accostamento inscindibile che ci porta idealmente a pensare al movimento, allo sprigionarsi di potenza e velocità. Questo accostamento non solo ha trasformato il modo di vivere della società nell’ultimo secolo, ma è stato capace di trasmettere grandi emozioni attraverso le competizioni sportive.
Non appena hanno iniziato a circolare le prime vetture, verso la fine del XIX secolo, nell’uomo è scattata l’idea della gara. Nel confronto fra i nuovi mezzi a quattro ruote, i loro pionieristici guidatori detti “piloti”, sono divenuti degli eroi. Le storia delle prime gare ci riporta agli albori del secolo scorso, ma si trattava di eventi riservati a pochi eletti e sconosciuti alle masse. Le corse diventano tali solo dopo la grande guerra. In quel periodo i costruttori vogliono dimostrare l’affidabilità dei mezzi e le competizioni rappresentano la miglior propaganda in cui i bravi piloti sono indispensabili per finalizzare il messaggio.

Nel vecchio continente e nel nord America fioriscono le competizioni, ma è nel nostro Paese che prende vita la corsa per eccellenza e unica al mondo: la Mille Miglia. E’ una lunga maratona da Brescia a Roma e ritorno, un circuito lungo oltre 1600 chilometri, che passa davanti alle porte di casa, nei piccoli borghi e nelle città, tutti possono vedere sfrecciare i “bolidi” con alla guida gli “assi” del volante. Ecco che il binomio auto e pilota diventa popolare, e le gesta di questi nuovi eroi sui cavalli di acciaio, diventano storia e leggenda.
Le auto sfrecciano sulle strade polverose e la gente identifica i loro nomi, diventando così i beniamini dei giovani, sempre più appassionati delle corse in auto. Nell’immaginario popolare i piloti come Brilli Peri, Campari, Minoia, Morandi, Varzi e Nuvolari, capaci di gesta prodigiose, diventano “semidei” e idoli dei tifosi.

Sono infine i grandi duelli tra questi piloti, su tutti Nuvolari e Varzi, che infiammano le folle di sportivi e appassionati. Ripercorrete quindi con noi i vòlti che hanno reso una delle corse più celebri al mondo, un’esperienza unica.

Una mostra collaterale a Mercanteinfiera Autunno 2015, alle Fiere di Parma, dal 3 all’11 ottobre – Padiglione 4

In contemporanea

Art parma

3 – 4 e 9 – 10 – 11 ottobre
3° Edizione, Fiera d’Arte Moderna e Contemporanea

artp

mappa_prim_151