Mercanteinfiera Assopigliatutto: visitatori, buyer e collezionisti.

14-10-2014

[lang_it]

MERCANTEINFIERA ASSOPIGLIATUTTO:VISITATORI, BUYER E COLLEZIONISTI.

È boom di presenze, successi “social” e attività culturali.

Successo. E’ questa la parola d’ordine con la quale si è archiviata la XXXIII° edizione di Mercanteinfiera, la mostra internazionale di antiquariato e modernariato di Fiere di Parma che ha chiuso i battenti ieri, domenica 12 ottobre.

Nata sotto una buona stella ovvero l’accordo con US Antique, il più grande organizzatore americano di mostre di antiquariato che ha garantito a Fiere di Parma la presenza massiccia di buyer americani, la fiera è stata anche meta di centinaia di buyer internazionali ( + 10% vs edizione autunno 2013) provenienti da Russia, Turchia, Brasile, Belgio, Danimarca, Francia, Inghilterra a cui si sono aggiunte altre presenze significative di delegazioni internazionali autonome provenienti da Corea.

A varcare i tornelli del polo fieristico di Parma, anche 51.000 visitatori confermando le previsioni di crescita e circa 5.000 operatori professionali.

Molte le curiosità che hanno stregato il pubblico internazionale, dalle poltrone “Horn and Antlers”, alle anatomie ottocentesche in cera di Baptiste Tramond, all’ebanisteria ottocentesca confermando così una tendenza sempre più marcata: antiquariato d’alta gamma da un lato, che strega russi e turchi, e modernariato dall’altro per europei ed americani.

Che Meranteinfiera sia una fiera che “piace” lo dicono non solo i tornelli ma anche i quasi 31.000 like della pagina facebook, che se da un lato sfidano il podio più alto delle fiere internazionali di antiquariato detenuto da Tefaf, dall’altra sono riprova assoluta che nel complesso il format della kermesse parmense è quello vincente: un mix di 2.0 e di gusto dell’esplorazione, tipico del mercato dove l’acquisto non è mai solo scambio commerciale ma vera e propria ‘esperienza sensoriale’ dove trovare un pezzo unico è importante come scoprirne la storia e la provenienza.

I numeri non sono stati gli unici indici del successo delle kermesse. Questa è stata anche l’edizione del debutto di Mercanteinfiera OFF, un coraggioso progetto culturale ideato da Fiere di Parma e dal Comune con la collaborazione della casa editrice Corraini che continuerà ad animare il capoluogo parmense con mostre, incontri e dibattiti culturali.

Continua infatti la mostra “Sfogliare Stanze. Munari e altre storie per raccontare Corraini Edizioni” che, prevista da calendario fino al 9 novembre, ha registrato nei giorni della kermesse un tale boom di visitatori che si è deciso di prorogarla fino al prossimo gennaio.
Successo di pubblico anche per gli incontri in Galleria San Ludovico che la prossima settimana vedrà tra i protagonisti della rassegna l’attore Giuseppe Cederna.

A chiudere l’edizione autunnale, l’assegnazione del premio Mercanteinfiera 2014, premio ideato nel 2013 dall’ente fieristico per chi, con passione e determinazione, cerca di fare la differenza nel panorama artistico e culturale.

Quest’anno la vincitrice, insieme all’artista Tea Falco, è stata l’Associazione Culturale Others per l’innovativo progetto Mo.Re, un museo digitale dedicato alla conservazione dei progetti di arte contemporanea non realizzati. A premiare Marco Scotti di Mo.Re, donando dai propri archivi l’opera dell’illustratore Guido Scarabattolo, Fabio Toninelli Presidente dell’associazione culturale Tapirulan di Cremona - nata nel 2004 con l’obiettivo di promuovere gli artisti contemporanei.

L’opera di Scarabottolo, che rappresenta un uomo nell’intento di sbirciare oltre un muro, non è casuale e intende riassumere la differenza di chi sa guardare “oltre”, verso il futuro con il desiderio e la curiosità di costruire qualcosa di nuovo, e chi rimane invece ancorato alle proprie certezze.

Mo.Re, con il suo lavoro, incarna perfettamente tale ambizione che è propria di chi sa fare la differenza nell’arte e nella cultura, come nella vita.

CONTATTI CON LA STAMPA

Antonella Maia
cell 349 4757783 antonellamaia.ufficiostampa@gmail.com

Ufficio Stampa Mercanteinfiera - www.mercanteinfiera.it 

 

twitter-mif2014

 

[/lang_it]

[lang_en]

MERCANTEINFIERA CATCH-ALL ACE: VISITORS, BUYERS AND COLLECTORS.

IT IS A BOOM IN PARTICIPATIONS, SOCIAL SUCCESSES AND CULTURAL ACTIVITIES.

 

Success. This is the key-word with which the XXXIII edition of Mercanteinfiera, the international exhibition about antiques and modernariat of Fiere di Parma, ended on Sunday October 12th.

Born under a lucky star that is the agreement with US Antique, the biggest American organizer of antiques fairs that has guaranteed to Fiere di Parma the strong presence of American buyers, the show has been the destination of thousands of international buyers ( + 10% vs Autumn edition 2013) from Russia, Turkey, Belgium, Denmark, France and England, plus others significant presences of autonomous international delegations coming from Korea.

Also 51,000 visitors and 5,000 professional operators have crossed the turnstiles of Fiere di Parma, confirming the growth.

Many curiosities have bewitched the international audience, from the armchair “Horn and Antlers” to the nineteenth-century wax anatomies by Baptiste Tramond, to the nineteenth-century cabinet-making, confirming a more and more strong trend: on the one hand high antique trade for Russian and Turkish people, on the other hand modern art for European and American.

Mercanteinfiera is an attractive show, and this is revealed not only by the numerous participations but also by the almost 31,000 likes on Facebook, which are a further confirmation that the Parmesan fair format is successful: a market in which the purchase is not only a trade but also a “sensory experience” where finding a unique piece is important as discovering its origin and history.

The numbers are not the only signs of this success. This edition has also been the debut of Mercanteinfiera OFF, a valiant cultural project, conceived by Fiere di Parma and the Municipality in collaboration with Corraini publishing house, which will liven the city up with events, shows and cultural debates.

The exhibition “Sfogliare stanze. Munari e alter storie per raccontare Corraini Edizioni” is going on successfully and this is the reason why it has been decided to extend it until January. Very important also the meetings in San Ludovico Gallery, that will host the actor Giuseppe Cederna next week.

To close this autumn edition, the assignment of Mercanteinfiera Award 2014, conceived in 2013 by the Fair organizers for those who try to make the difference in the artistic and cultural world with passion and dedication.

This year the winner, together with the artist Tea falco, has been the Cultural Association Others for the innovative project Mo.Re, a digital museum dedicated to the preservation of the unrealized art projects. Marco Scotti from Mo.Re was rewarded with a Guido Scarabattolo’s illustrative work by Fabio Toninelli, president of the cultural association Tapirulan from Cremona, born in 2004 with the purpose of promoting the contemporary artists.

The work by Scarabattolo, which represents a man peeking beyond a wall, wants to epitomize the difference between those who can look “beyond”, toward the future in order to create something new and those who are anchored to their own certainty.

Mo.Re, through its work, embodies perfectly this ambition of those able to make the difference in art as in life.

TO CONTACT THE PRESS OFFICE

Antonella Maia mobile ph. 349 4757783

Antonellamaia.ufficiostampa@gmail.com

 

 

twitter-mif2014[/lang_en]