Fiere di Parma dona “Stelle e lucciole” di Franco Guerzoni allo CSAC – Venerdì 18 dicembre 2015

15-12-2015

Venerdì 18 dicembre, all’Abbazia di Paradigna, sarà presentata la proposta di donazione di Fiere di Parma allo CSAC, il Centro Studi e Archivio per la Comunicazione dell’Università degli Studi di Parma, della ristampa della serie di fotografie “non realizzate” Stelle e lucciole, un progetto avviato fra gli anni ’60 e ’70 dall’artista modenese Franco Guerzoni insieme allo scomparso Luigi Ghirri, e mai effettivamente portato a compimento. Dopo la presentazione digitale, curata da Cristina Casero, il progetto era stato esposto nella recente mostra MoRE Spaces. Percorsi nell’archivio del non realizzato a Palazzo Pigorini, Parma, nell’ambito di Mercanteinfiera OFF 2015.

La proposta sarà formalizzata venerdì 18 dicembre, alle ore 11, nel corso di un incontro organizzato all’Abbazia di Valserena, sede dello CSAC, alla presenza dello stesso Franco Guerzoni, insieme all’Amministratore Delegato dell’ente fieristico Antonio Cellie e ad Ilaria Dazzi, Brand Manager di Mercanteinfiera accanto al Presidente dello CSAC Francesca Zanella e ai componenti del Consiglio, al Presidente di MoRE Marco Scotti e a due delle curatrici della mostra MoRE Spaces Valentina Rossi e Anna Zinelli.

Venerdì 18 dicembre 2015 alle ore 11 presso la sede dello CSAC (Abbazia di Valserena, Strada Provinciale Colorno 87 – Parma).

Per informazioni:
www.moremuseum.org
www.csacparma.it

 

Scarica il comunicato stampa dell’evento qui.

 

Stelle e lucciole
L’opera, nata dalla precisa volontà dei due artisti e amici Franco Guerzoni e Luigi Ghirri di raffigurare nello stesso istante, il cielo stellato e le lucciole, assecondando la propria naturale vocazione alla rappresentazione dell’immagine attraverso l’uso del mezzo fotografico, era stata inserita da MoRE Museum all’interno del suo vasto archivio digitale. L’esposizione fisica dell’opera, nell’ambito della mostra di Mercanteinfiera OFF, è stata possibile proprio grazie al contributo di Fiere di Parma, che si è fatta carico delle spese necessarie alla sua realizzazione.
“Stelle e lucciole” esalta la sua duplice natura della fotografia quale prezioso strumento per l’arte da un lato, ed espressione artistica in quanto tale dall’altro. L’opera, che venerdì prossimo sarà presentata negli spazi dell’Abbazia di Valserena, è una delle tre opere “incompiute” concesse da Franco Guerzoni a MoRE, insieme a “Studio per tappeti volanti” e “Sovrapposizioni culturali”. Nell’aprile scorso, l’opera era stata oggetto di una riflessione da parte dei curatori del museo digitale, in occasione della quinta edizione del “Mia Fair”, svoltosi a Milano.

 

Franco Guerzoni e Luigi Ghirri, "Stelle e lucciole" - (1969-1970)

Franco Guerzoni e Luigi Ghirri, “Stelle e lucciole” – (1969-1970)

 

 

Come raggiungere l’Abbazia di Paradigna – CSAC: