“In Italia parte delle opere d’arte è collocata nei depositi dei musei. Fiere di Parma restituisce al grande pubblico per dieci giorni l’archeologia (nascosta) del museo ligure di Luni”

La mostra collaterale Storie della città di Luna. Frammenti di vita all’ombra di Roma porta a Parma reperti sconosciuti dell’antica città di Luna (oggi Luni), fondata dai romani nel 177 a.C., provenienti dai depositi del Museo Archeologico Nazionale di Luni: in mostra verranno presentati documenti inediti inerenti le ricerche archeologiche condotte sul sito a partire dal 1800 che faranno da sfondo ai materiali archeologici; si tratta dei disegni realizzati da Carlo Promis nel 1857 per la prima relazione degli scavi del XIX su incarico del marchese Angelo Remedi.

Oltre ad oggetti provenienti dalle collezioni ottocentesche come i bronzi rinvenuti negli scavi finanziati da Carlo Alberto di Savoia, saranno espsoti anche elementi in marmo provenienti dagli scavi più recenti quali il frammento di piede di tavolo (trapezoforo) o la formella con la testa di Marte di età augustea attualmente in deposito presso i magazzini.

In collaborazione con il Polo Museale della Liguria.

Una mostra collaterale a Mercanteinfiera Primavera, alle Fiere di Parma dal 2 al 10 marzo 2019, padiglione 4.